Maurizio Cattelan | Be Right Back
24 maggio 2017
Open House Torino 2017
Appuntamenti con l’architettura e il design: 3 eventi di questo mese
8 giugno 2017
Show all

Lisbona, tra progetti di archittura sociale ed edifici che raccontano storie del passato

Lisbona architettura Convento do Carmo

Più di 600 anni d’impero coloniale, il più longevo e grande della storia, che si è ufficialmente concluso nel 2002, quando è stata concessa la sovranità a Timor Est, una parte di una piccola isola nell’arcipelago indonesiano.

Il Portogallo è una terra di esploratori, contraddizioni, tradizioni e atmosfere intriganti che si ritrovano in ogni angolo della sua capitale. L’abbiamo visitata e abbiamo scoperto una città che guarda al futuro.

Lisbona città azulejos

Lisbona si sviluppa su 7 colli, tra strade tortuose e edifici coloratissimi, anche grazie ai caratteristici azulejos, le tipiche maioliche lusitane. Tra strade tirate a lucido che contrastano con i quartieri storici, le attrazioni della città portoghese sono molte, proviamo a fare il punto sulle realtà meno conosciute e più interessanti.

LX FACTORY

Nel quartiere popolare di Alcantara, lontano dalla movida del centro, una vecchia fabbrica che oggi è uno spazio dedicato alla creatività e accoglie laboratori di artigianato, design e grafica in un’ambientazione post industriale e – diciamolo – un tantino hipster e (finto) decadente. La struttura si sviluppa sotto l’imponente ponte 25 Abril, ispirato al Golden Gate di San Francisco e costruito dalla stessa compagnia, l’American Bridge Company.

Lisbona - architettura sociale LX FACTORY

La rivoluzione della LX Factory è iniziata nel 2008, dopo anni di totale incuria ed abbandono, il progetto è riuscito a cambiare il volto della zona. L’impresa che ha acquistato l’area, invece che abbattere le vecchie strutture ha mantenuto gli spazi industriali trasformando questo quartiere in un’oasi della creatività. Un corridoio con grandi spazi ai lati, divisi concettualmente in 3 grandi aree: il viale centrale, le attività commerciali a pian terreno, mentre uffici e atelier espositivi sono posizionati ai piani alti.

Per vedere il contenuto accetta i cookie e ricarica la pagina

PLATAFORMA TRAFARIA

LX Factory non è l’unico progetto di riconversione di luoghi abbandonati che si trovano nella città lusitana. Plataforma Trafaria infatti è uno spazio di incubazione multidisciplinare realizzato in piena periferia di Lisbona, al di là del fiume Tago. Si tratta della conversione di una parte della vecchia prigione Trafaria in un laboratorio temporaneo. Uno spazio ispirato dalla diversità culturale della regione, diretta conseguenza delle politiche colonialiste dell’impero.

Lisbona - architettura sociale Plataforma Trafariacredit image

MUSEO ARCHEOLOGICO DO CARMO

Se amate le architetture più “tradizionali” da non perdete i resti dell’antica chiesa del convento Do Carmo, oggi Museo Archeologico do Carmo. Fondata nel 1389 si trattava di uno degli esempi più interessanti del gotico a Lisbona. Fino al 1755, quando un grande terremoto ha provocato ingenti danni all’edificio distruggendone quasi completamente il contenuto. Ancora oggi le navate e il transetto sono rimasti senza tetto eppure i resti della chiesa Do Carmo sono tra i luoghi più suggestivi da ammirare a Lisbona.

Lisbona architettura Convento do Carmo

CASA DO ALENTEJO

Tra i luoghi più curiosi, non fatevi mancare una visita alla Casa do Alentejo, un complesso ricco di storia all’interno del Palazzo Alverca. Si tratta di un edificio del XVII secolo che nel corso dei secoli ha svolto diverse funzioni: da abitazione, a negozio, a casinò. Finché la comunità Alentejana lo trasforma in un club privato per gentlemen. La struttura si presenta con pianta quadrata e 3 patii interni, il tutto è decorato con motivi arabeggianti e lussuose ceramiche colorate. Le pareti della sala da pranzo sono ricoperte da azulejos e l’ambiente è molto raffinato, da vedere!

Lisbona architettura Casa do Alentejo

Lisbona Casa do Alentejo

PENSÃO AMOR 

Per chi è alla ricerca di una visita non convenzionale, da non perdere l’ex bordello Pensão Amor proprio all’inizio della Pink Street, che come suggerisce il nome, si identifica per il caratteristico colore dell’asfalto. Da antica pensione, frequentata da prostitute e mariani, a caffetteria e lounge pub con poltrone di velluto, luci soffuse, fotografie erotiche dei primi del ‘900. PS: anche se non vi serve, fate un salto alla toilette. Essenziale, ma a tema!

Lisbona curiosità Pensao Amorimage credit

MUDE

Per gli amanti del design infine, fate un salto al MUDE, il museo del design di Lisbona. L’ingresso è gratuito, la posizione è centralissima, a due passi dalla Praça do Comércio (enorme piazza esposta sul fiume Tengo) ed in più potrete ammirare il prototipo originale dell’Elliptical coffee table del 1951 realizzato Charles&Ray Eames.

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI
Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *