Si terrà in occasione della Milano Design Week la presentazione ufficiale di Le Morandine di Sonia Pedrazzini

Il progetto nato nel 2009 negli anni si è arricchito di nuovi prodotti e ora si mostra in tutto il suo splendore all’interno della boutique Amouage, nel cuore di Brera dal 17 al 22 aprile.

Le Morandine Sonia Pedrazzini

Le Morandine – racconta l’ideatrice del progetto e fondatrice del marchio – sono, prima di tutto, un lavoro concettuale che attraverso gli strumenti del design si riappropria della poetica e della metodologia compositiva di Giorgio Morandi per riportare alla tridimensionalità gli oggetti che il maestro rappresentava nelle sue nature morte.

Le Morandine Sonia Pedrazzini | Photo Credits Katarina Di_Leva

Il progetto si sviluppa 9 anni fa quando, dopo avere presentato un’edizione limitata di candele artistiche, Sonia Pedrazzini ha continuato a lavorare per incrementare il progetto con vasi in ceramica realizzati nei tipici cromatismi del maestro del Novecento. Le Morandine sono caratterizzate da quell’aspetto opaco e gessoso tipico degli oggetti quotidiani che l’artista trovava e ridipingeva prima di trasporli nella luce cerosa dei suoi quadri. Non si tratto di semplici vasi ma veri e propri oggetti di design, austeri e silenziosi eppure iconici, quasi magnetici, ideati con la precisa intenzione di fare avvicinare le persone al “fare morandiano”.

Le Morandine Sonia Pedrazzini

Queste piccole sculture domestiche interagiscono tra di loro e che con l’ambiente circostante per comporre infinite variazioni, con la stessa libertà con cui il pittore bolognese collocava i suoi oggetti prima di immortalarli sulla tela. Attraverso questa serie poetica di oggetti che trasfigurano le bottiglie dipinte da Morandi, ciascuno di noi ha la possibilità di essere proprio come l’artista davanti al suo mondo intimo e insieme universale.

Le Morandine Sonia Pedrazzini | Photo Credits Katarina Di_Leva

Nasce così questa collezione di vasi in ceramica le cui forme richiamano le nature morte di Morandi: una serie di piccoli complementi realizzati nei tipici cromatismi del maestro, caratterizzati da quell’aspetto opaco e gessoso degli oggetti quotidiani che l’artista trovava e ridipingeva prima di trasporli nella luce cerosa dei suoi quadri.

Le Morandine Sonia Pedrazzini | Photo Credits Katarina Di_Leva

 

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI
Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *