Dalla Gallery del Salone del Mobile le novità 2015 del catalogo FLOS

All’interno del suggestivo allestimento realizzato dal designer Ron Gilad, all’ultimo Salone del Mobile, FLOS ha presentato una grande varietà di nuove lampade. Lo stand chiuso e apparentemente inaccessibile da fuori, all’interno rivela grandi pareti luminose e, come per le gallerie d’arte, ogni sala ha un protagonista.

FLOS_Euroluce_entrance_iglooo_selection_salonedelmobile

Lo stand, nato dall’idea di unire il mondo dell’arte con le esigenze commerciali, è stato concepito per vivere un’esperienza all’interno di una installazione in cui le lampade divengono sculture. Una galleria di oltre 1.000 metri quadrati ha fatto da sfondo ad una presentazione scenica importante, adatta per esaltare i nuovi prodotti: le lampade firmate da Patricia Urquiola, Piero Lissoni, Jasper Morrison e Philippe Starck.

Ron Gilad flos iglooo selcrion salone del mobile

Progettata dalla designer spagnola Patricia Urquiola, le lampade della collezione Serena si caratterizzano per leggerezza e flessibilità. Un prodotto sobrio, adatto ad un ambiente domestico che gioca con diffusioni e riflessi per trasmettere una luce pura e calma. Una sofisticata serie che trae ispirazione dal mondo naturale in cui i diffusori presentano profili ispirati alle foglie (declinate in forme e colori differenti) mentre la fonte luminosa evoca il pistillo di un fiore. La serie Serena è stata realizzata con materiali e finiture che giocano con superfici riflettenti o schermanti: rame, oro, legno, alluminio lucido o verniciato, bianco opaco.

Serena_Patricia Urquiola-flos-iglooo-selection-advice-salone del mobile 2015

L’eleganza raffinata di Lissoni è riproposta nella linea Clara, corpo illuminante ideale per installazioni a soffitto e concepito per offrire una luce soffusa. Un design puro fatto di forme tondeggianti impreziosite dai materiali. Lo stile di Clara è personalizzabile con un anello esterno optional per armonizzare l’abbinamento con l’ambiente circostante.

CLARA_Piero Lissoni-design-consigli-iglooo-eleganza

L’ennesima sfida creativa del designer Philippe Starck è palesata dalla sua nuova collezione di lampade disegnata per Flosdefinita dall’ideatore 

una collezione di luci coordinate, che esplora l’eleganza senza tempo della dematerializzazione high-tech, combinata alla libertà di espressione della creatività personale. 
 Le lampade di Starck danno origine ad un nuovo archetipo: un corpo etereo, puro, quasi immateriale. Una base nuda, personalizzabile a seconda dello stile e del gusto, da “vestire” con un cappello (in alluminio, in cromo o in rame) che incorpora la fronte a LED e un paralume declinato in una molteplicità di finiture e materiali (plastica a iniezione color ambra, trasparente gialla, stile contemporaneo high-tech, sofisticato tessuto plissé, rafia naturale, e così via). Nella stessa famiglia Flos ha riunito prodotti coordinati per uso residenziale e professionale: Ether comprende infatti due modelli da tavolo, una sospensione, una piantana, ma anche una serie di faretti da incasso, anch’essi con piccoli paralumi intercambiabili, nella stessa varietà di finiture.

ETHER-flos-lamp-lighting-illuminotecnica

 

In fiera anche l’ispirazione lunare di Jasper Morrison e la sua Superloon progettata a partire dall’intrigante tecnologia presentata da Piero Gandini qualche anno fa, che consiste in un anello LED che emette luce lateralmente. Morrison è riuscito a sfruttare questa innovazione tecnologica attraverso il montaggio di un disco su un’asse che consente di puntare il fascio luminoso in diverse direzioni. Il nostro satellite naturale ha ispirato questa lampada da terra che si presenta come un’imponente piastra tonda appoggiata su tre steli.

SUPERLOON_Jasper Morrison_©Frank Huelsboemer

Michael Anastassiades ha presentato 3 nuove creazioni: Captain Flint, una lampada da terra dal diffusore conico orientabile, Copycat, un globo luminoso accostato a una sfera in metallo e la sospensione Notch ispirata all’estetica del pendentif. Lo stile del designer cipriota si trova nell’intersezione definita da design industriale, scultura e arti decorative. Ingannevolmente semplici, i suoi lavori si distinguono per le minuzie ispirate dal suo percorso di studi in ingegneria civile e design industriale.

Volevo disegnare una lampada che avesse una duplice funzione. Che fosse una lampada da terra diretta verso l’alto per illuminare uno spazio con sufficiente luce diffusa, ma al tempo stesso che potesse ruotare ed essere direzionata verso il basso, per accompagnare in modo soffuso la lettura. Il concetto di equilibrio è centrale in questo prodotto, un cono il cui vertice è adagiato delicatamente su un’asta metallica orizzontale rotante. La base in marmo aggiunge un elemento di preziosità, di stabilità e di forte presenza.

Captain Flint_Anastassiades_©Frank Huelsboemer

Copycat è invece formata da due sfere che si sfiorano l’un altra: una piccola, in materiale prezioso, adagiata nella zona d’ombra di quella più grande in vetro, illuminata. In Notch è palese il parallelismo tra luce e gioielli: la lampada a sospensione regolabile si presenta come un monile è “una luce progettata per essere appesa al soffitto”.

COPYCAT_Anastassiades (13)

NOTCH_Anastassiades (4)

Un raggio di luce inquadrato completamente nell’architettura circostante: questa l’idea che ha ispirato Moonline, il progetto di Frank Sinnaeve e Stephan Gunst. Le sorgenti luminose sono integrate in profili di alluminio da posizionare su moduli a scomparsa che permettono di elaborare ambientazioni creative da illuminare con un raggio sottile, per offrire comfort luminoso e tecnologico esaltando il design architetturale.

MOONLINE_design FRANK SINNAEVE AND STEPHAN GUNST (1)

Anche The Running Magnet è un apparecchio ad incasso formato da una serie di binari calamitati per posizionare moduli di illuminazione a LED mediante un fissaggio magnetico che permette la mobilità degli stessi. Un prodotto quindi molto flessibile.

The Running Magnet_design FLOS Architectural (7) copia

In fiera, la galleria principale conduceva ad un giardino esterno. Un luogo animato da una vegetazione astratta, dedicato ai prodotti di Aresl’azienda di illuminazione per esterni entrata da pochissimo nell’universo FLOS.

Ares_postcards_design Ron Gilad (4)

 

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI
Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *