Hello, Robot. Design between Human and Machine. a febbraio la mostra al Vitra Design Museum in Germania.

Hello Robot || Vitra Design Museum Exhibition

Sarà il controverso scrittore fantascientista Bruce Sterling a curare il talk dell’opening della mostra Hello, Robot. Design betweeb Human and Machine. L’esibizione curata da Amelia Kelin introduce un interessante percorso che considera la tecnologia a supporto dello sviluppo del lavoro e dell’evoluzione umana. Parole come drone, sensore smart e industria 4.0 sono da qualche tempo parte del nostro vocabolario comune, la robotica ha cambiato la nostra vita quotidiana in modo significativo, ed è proprio questo il concetto che l’esibizione va ad analizzare. In questo contesto il design ha giocato un ruolo fondamentale. Infatti se inizialmente l’utilizzo della robotica era stata considerata dominio esclusivo di ingegneri ed esperti informatici, oggi i designer stanno contribuendo a plasmare il boom nel settore interagendo sul tipo di rapporto che si instaura tra l’individuo e la tecnologia.

Hello Robot || Vitra Design Museum Exhibition

Il percorso espositivo, realizzato in collaborazione con il Design Museum Gent e il MAK Vienna, presenta l’evoluzione di questa disciplina attraverso una selezione di oltre 200 oggetti che toccano la sfera del design e dell’arte, dai robot domestici fino quelli legati all’assistenza infermieristica, all’industria, alla cura personale, ai videogame e alle installazioni multimediali di varia natura. La digitalizzazione ha causato una radicale ridefinizione dei robot negli ultimi 10 anni, oggi i robot non solo costruiscono macchinari, ma sono in grado di offrire uno strumento di comunicazione con applicazioni domestiche, il cosiddetto internet delle cose.

Hello Robot || Vitra Design Museum Exhibition

“Hello Robot” ci introduce ai robot attraverso 4 fasi: la prima si concentra sul fascino che l’intelligenza artificiale ha esercitato nell’epoca moderna e come ha plasmato la nostra percezione dei robot. La seconda parte della mostra è dedicata alla relazione tra automatizzazione del robot e la creatività dell’individuo. L’esibizione continua gradualmente con un percorso che porta a ritrovarsi faccia a faccia con la nuova tecnologia, dove il processo tecnologico è considerato come un amico e un aiutante che possa semplificare le operazioni quotidiane. Infine viene presa in esamina la crescente confusione dei confini tra umani e robot. Il padiglione Elytra Filament, all’esterno del museo, completa la mostra con un baldacchino bionico che risulta essere un grande esempio della crescente influenza robotica in architettura.

Hello Robot || Vitra Design Museum Exhibition

Ad accompagnare la mostra una serie di tavole rotonde, proiezioni, performance e workshop che alimentano il dibattito sull’intelligenza artificiale. I contributi saranno tantissimi: Woody Allen, Jacques Tati, Björk, Daft Punk, Disney/Pixar Animation Studios, Höweler + Yoon Architecture, Carlo Ratti, Stanley Kubrick, George Lucas, Spike Jonze, Kraftwerk, solo per citarne alcuni.

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI
Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *