La nostra rubrica sugli eventi si trasforma questo mese, in una segnalazione monografica su Milano e sulla settimana più importante del design.

Milano Design Week 2017 Piazza Gae Aulenti, Milan, Italy pic by Christos Barbalis

Cosa ci riserveranno i padiglioni della fiera? Grande attesa per visitare gli stand che ogni anno ci sorprendono con allestimenti strepitosi e firmati da archistar più note. Noi ad esempio ci chiediamo, come sarà lo stand di Cassina che quest’anno festeggia i suoi 90 anni di attività? Cosa vedremo in fiera e quali sono gli eventi più cool? Probabilmente lo scopriremo solo vivendo la città meneghina dal 4 al 9 aprile full time.

Stand Cassina a IMM CologneStand Cassina a Imm Cologne

Tra i padiglioni del Salone del Mobile ci sarà spazio anche per le installazioni artistiche e le interazioni tra design e cinema. Ci riferiamo in particolare a DeLightFuL – Design, Light, Future e Living che il regista Matteo Garrone racconta in questo video.

Per vedere il contenuto accetta i cookie e ricarica la pagina

La città,intanto si prepara a solleticare le nostre curiosità con l’incredibile offerta del Fuorisalone, che si arricchisce di nuove iniziative e  di un nuovo design district. Vediamo insieme qualche anticipazione.

L’ottava edizione di Brera Design District sarà ispirata dalla tematica Progettare è un gioco, giocare è progetto – Bruno Munari. Il maestro del design e l’approccio ludico ed ironico saranno il leit motiv tra le raffinate vie della Brera Design District.

Bruno Munari || Il Design è un Gioco || Brera District

Unisce mondo dell’arte, della cultura e del design White in the City. Ideata da Oikos e in collaborazione con il poliedrico Giulio Cappellini, l’iniziativa indaga il bianco, colore della purezza e della creatività.  Tanti i nomi dell’architettura contemporanea che si cimenteranno con questa sfida, da Patricia Urquiola a Daniel Libeskind. Appuntamento alla Pinacoteca e all’Accademia di Brera, alla Chiesa di San Carpoforo, a Palazzo Cusani e all’orto in città del loft di Class editori.

Accademia di Brera || Corridoio dei Gessi || image: Cosmo Laera

Sempre in zona Brera, da segnalare Studiopepe che si cimenta con l’allestimento di The visit, uno spazio ideato per raccontare il rituale della visita.

Un atto che implica un luogo fisico e le persone che qui ospitano e sono ospitate.

Un appartamento milanese dei primi dell’Ottocento arredato dalla cura di Arianna Lelli Mami e Chiara Di Pinto, creative director dello studio milanese.

The Visit || #Studiopepe poject for #MilanoDesignWeek

The Visit – project

Innovazione, imprenditorialità, vivacità creativa, da questi concetti si sviluppano le proposte della Tortona Design Week. Dall’industria del XX secolo alla manifattura 4.0. Designer e aziende provenienti da diverse parti del mondo per indagare e raccontare i nuovi paradigmi del design contemporaneo: ultraconnesso e flessibile. Da non perdere il focus sui materiali al Materials Village. Da Superstudio, con il Superdesign Show che quest’anno si tinge di colore con Time to Color!, fino alle spettacolari installazioni di Yoshioka.

Milano Design Week || Zona Tortona

Un quartiere ricco di monumenti e storia è Zona Sant’Ambrogio. Nei giorni della design week, grande spazio ai giovani emergenti (under 35) e allo street food. Il distretto ospiterà la collettiva DOUTDESign dove saranno presentate diverse testimonianze che riguardano il processo di creazione del design: dall’ideazione alla produzione, la comunicazione e la distribuzione. Il Circolo Filologico Milanese ospita invece Nakuna, una mostra del Dipartimento di Design della Aalto University School of Arts, Design and Architecture di Helsinki. Accanto all’esposizione che coinvolge gli studenti finlandesi, un intenso programma di talk incentrati sul tema della Casa di Domani.

Milano Design Week || zona Sant'Ambrogio

A Matter of Perception è la mostra prodotta da Mosca partners e DAMN a Palazzo Litta che esplorerà il tema Linking Minds. Le cosiddette affinità elettive che nascono tra designer, aziende e laboratori artigianali. Lo studio statunitense Diller Scofidio + Renfro, per la prima volta in Italia, sarà nel cortile del palazzo che per l’occasione è reinventato con una tensostruttura, punto di ritrovo per una serie di incontri. Nel foyer del teatro spazio allo studio Elisa Ossino con una installazione dal forte carattere scenografico. Il Teatro Litta sarà curato da Michele De Lucchi, Andrea Branzi e Francesca Balena Arista per indagare il tema dell’estetica della morte assieme agli studenti del Politecnico di Milano.

Milano Design Week || Palazzo Litta

Il londinese Studio Swine presenta l’installazione Blossoming Sculpture per il fashion brand COS. Approccio multisensoriale per una installazione posizionata nel cuore di Milano al Cinema Arti, oggi in disuso, e progettato negli anni Trenta dell’architetto Mario Cerenghini. Creare una esperienza democratica che possa offrire un momento di contemplazione ed unire le persone” questo il concept del progetto visitabile dal 4 al 9 aprile in Via Mascagni 8 a Milano.

Per vedere il contenuto accetta i cookie e ricarica la pagina

Il prossimo 4 aprile debutterà anche un nuovo quartiere, ci riferiamo al quartiere del Bosco Verticale dell’architetto Boeri. Isola Design District si pone come un progetto di marketing territoriale e si propone di valorizzare il quartiere e promuovere i talenti emergenti.

Bosco Verticale Arch. Boeri

Grande attesa anche per l’apertura di Ventura Centrale, la sala che ospitava lo storico ristorante di prima classe della Stazione Centrale Ventura Projects. Ventura Centrale sceglie nu tessuto urbano e storico per la riqualificazione. 40 mila metri quadri che dopo anni di abbandono saranno riqualificato con un progetto guidato dallo studio Giugiaro. Tra gli entusiasti del progetto il designer Lee Broom che proprio grazie a Ventura Lambrate si fece notare dal pubblico internazionale.

Ventura Centrale || Milano Design Week 2017

Per il nono anno consecutivo anche l’eccelenza del design di Rio de Janeiro parteciperà alla Milano Design Week con 14 creazioni firmate da designer e giovani talenti brasiliani e selezionate dalla Rio+Design per partecipare all’esposizione Be Brasil. Tra i protagonisti un innovativo progetto in stampa 3D su materiale ceramico che sarà presentanto dal laboratorio NEXT dell’Università PUC-Rio.

Le ceramiche sviluppate con Alice Felzenszwalb sono realizzate con materiali sostenibili e naturali al 100%. Argilla e porcellana smaltata in oro che compongono una serie di oggetti frutto di un’innovativa ricerca per la creazione di misture specifiche per l’apparecchio 3D e la realizzazione di disegni propri durante il processo di stampa.

milano design week 2017 brasilian projectProgetto del laboratorio NEXT dell’Università PUC-Rio con la ceramista Alice Felzenszwalb 

Tra i must del Fuorisalone lo spazio Rossana Orlandi che quest’anno festeggia i suoi 15 anni di attività e ricerca nell’ambito del design d’avanguardia. 2.500 metri quadri di esposizione che vive in modo non convenzionale mescolando showroom, spazio espositivo e negozio. Infatti, Rossana Orlandi dopo aver lavorato per oltre 20 anni nel mondo della moda, decide di aprire un luogo dove valorizzare la sua passione di collezionista per il design, creando una galleria che mostra la sua visione innovativa sul design e lifestyle.

Milano Design Week || Rossana Orlandi

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI
Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *