Specchi audaci, dal carattere deciso che non hanno paura di mostrare sperimentazioni e di osare.  Adele-C (dove C sta per Cassina) presenta RIFLESSIONI, il primo progetto di specchi firmato dall’architetto e designer Marco Brunori, allievo dell’architetto bolognese Dino Gavina.

Adele-C Riflessioni - specchio Marcel

Superfici riflettenti, carismatiche ed audaci. Gli specchi della collezione Riflessioni, raccolgono 5 pezzi iconici progettati da Marco Brunori, cui nomi, forme e intenzioni si rifanno a personalità della cultura del 900. Svincolati dal tradizionale impianto prospettico e dagli schemi compositivi abituali, gli specchi di Adele-C si propongono liberi di trionfare nella loro smisurata volontà di catturare il mondo.

Adele-C Riflessioni - specchio Pablo

Pablo, Ray, Kiki e Marcel rimandano a visioni affascinanti, sfaccettate e suggestive – quasi scorci onirici affiorati da ricordi – in grado di catturare la meraviglia del quotidiano in tutta la sua liquida, trasparente luminosità.

Le Riflessioni sono immagini evocate da una mente generatrice; brillano solo di luce propria, sempre diversa. Indistinguibile è tuttavia la  forma vera da quella specchiata, se la riflessione ha elevata qualità.

Questo il principio concettuale che rende autentica la storia tra Pablo Picasso, Man Ray, Kiki de Montparnasse e Marcel Duchamp in un viaggio immaginato. La collezione – presentata in anteprima in occasione dell’ultimo Salone del Mobile – si declina così in 5 modelli iconici, raffinati e a tratti misteriosi, accomunati dalla natura composita e dalla presenza di differenti superfici riflettenti:

Pablo, Un profilo di fronte.
A 13 anni dipingevo come Raffaello.Ci ho messo tutta una vita per imparare a dipingere come un bambino (Pablo Picasso)

Adele-C Riflessioni - specchio PabloUnità singola dello specchio Pablo, modulabile e composto da diverse sperfici riflettenti,
Pablo è uno specchio mensola che può essere montato anche in verticale per configurare figure personalizzabili.

Ray, Il lampo di genio.
I miei lavori sono pensati per divertire, annoiare, sconcertare, confondere ed ispirare la riflessione. (Man Ray)

Adele-C Riflessioni - specchio RayQuesto specchio mensola si caratterizza per le sue geoemtrie
che modulate permettono la composizione di nuove forme.

 

Kiki 100, Incarnazione della femminilità.

Usciamo con dei tipi che si chiamano dadaisti e altri che si fanno chiamare surrealiti, ma io non riesco a vedere questa gran differenza fra loro. (Kiki de Montparnasse)

Adele-C Riflessioni - specchio Kiki 100Anche Kiki 100 offre diverse possibilità di montaggio per composizioni innovative

Kiki 180, L’eleganza della libertà.

L’indimenticabile, come il sublime romantico, si può attribuire a figure estremamente diverse ma autenticamente fortissime.
Al femminile declina dalle tonalità più accese del rosso a quelle dell’azzurro profondo. (Marco Brunori)

Adele-C Riflessioni - specchio Kiki 180Stessa idea compositiva di Kiki100, in 180cm.

Marcel, Una mente matematica.

La pittura non deve essere esclusivamente visiva, deve interessare la mente (Marcel Duchamp)

Adele-C Riflessioni - specchio MarcelLo specchio Marcel è l’unità della frammentazione,
la bellezza e la verità del riflesso viene scomposto.

Svincolati dal tradizionale impianto prospettico e dagli schemi compositivi abituali, gli specchi di Adele-C si propongono a noi liberi di trionfare nella loro smisurata volontà di catturare il mondo.
Pablo, Ray, Kiki e Marcel rimandano così a tutti coloro che vi si rispecchiano visioni affascinanti, sfaccettate e suggestive – quasi scorci onirici affiorati da ricordi – in grado di catturare la meraviglia del quotidiano in tutta la sua liquida, trasparente luminosità.

 

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI
Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *