Scarpe comode, integratori multivitaminici e un outfit impeccabile sono gli ingredienti principali per vivere una Design Week indimenticabile.

“Speriamo che anche quest’anno ci sia il sole caldo che ci ha accompagnato nell’edizione 2014” – sembra essere il refrain di molte conversazioni per chi il Fuorisalone non vuole assolutamente perderselo.

FuoriSalone-2015-eventi-milano-design-mappa-map

Indipendentemente dal meteo più o meno favorevole pare che l’ormai imminente kermesse satellite del Salone del Mobile attrarrà ancora una volta designers, architetti, giornalisti e Brand da tutto il mondo. Complice anche l’approssimarsi dell’Expo, Milano si prepara ad accogliere per le sue vie le centinaia di migliaia di persone che riempiranno non solo stand commerciali ma anche i pop up store, i temporary lab e gli aperitivi di questa città che offre una cornice d’eccezione a livello internazionale.

Le zone si moltiplicano ed è già scattato il “toto-Fuorisalone” : sulla Pagina Facebook Milan Fashion Week potete infatti rispondere al sondaggio sui quartieri preferiti. Oltre alle ormai “cult” Brera, Tortona e Ventura Lambrate le attività si estendono da Sant’Ambrogio a Porta Venezia passando da San Babila coinvolgendo un numero davvero importante di attività commerciali, vie, studi di progettazione, atelier e spazi espositivi.

Nato in modo spontaneo nei primi anni ’80 oggi questo “evento nell’evento” cerca di strutturarsi grazie al lavoro di Studiolabo e al portale www.fuorisalone.it, guida ufficiale in cui un motore di ricerca interno permette di filtrare gli appuntamenti e organizzare le proprie visite.

Fuorisalone 2015

Tra critiche pesanti (che l’accusano di essere divenuto nel tempo una sorta di contemporanea sagra di paese dal sapore squisitamente nazionalpopolare) e difficoltà organizzative e di mobilità in una città letteralmente invasa (e forse invasata), rappresenta uno dei maggiori appuntamenti a livello internazionale che riconferma Milano capitale del Design. Sono oltre 1.200 gli eventi disseminati in tutta la città. Dalle nostre informazioni ecco cosa vi consigliamo di non perdere!

      1. Tortona Design Week, un circuito di grande vitalità che si snoda tra via Tortona, via Savona e via Forcella con tante presenze internazionali: dalla collettiva del miglior design cinese, a Islamopolitan (Islam+Cosmopolitan) del Maraya Art Centre di Shariah, Capitale della Cultura Islamica nel 2014. Con Rio+Design all’Opificio 31, è possibile scoprire le tendenze che animano la ricerca del design brasiliano e il progetto Livingoohm: Alice in Wonderland, per raccontare le meraviglie del design italiano. Mentre all’Ex Ansaldo l’atmosfera diventa provocatoria e punk con gli inglesi Designers Block, che convivono con France Design. Nello spazio Vetraio i giovani talenti irlandesi con Irish Design 2015. Non dimenticate di fare un salto all’ormai mitico Superstudio Più, osannato luogo di sperimentazione nel cuore di Tortona, che secondo alcuni avrebbe perso attrattiva ma invece a nostro avviso continua a sorprendere. Per festeggiare i suoi 15 anni propone il format SUPERDESIGN SHOW, un grande contenitore che da un lato conserva la fascinazione del Temporary Museum (affidando ad alcuni brand nazionali ed internazionali il compito di esplorare le ultime frontiere della creatività), mentre dall’altro si apre sempre di più alla ricerca, allo scouting, alla selezione di coloro che sperimentano soluzioni innovative per migliorare la nostra vita.

        fuorisalone i consigli di Iglooo SuperDesign Show 2015, Former

        SuperDesign Show 2015, Former | Tortona Design Week

      2. Il distretto di Brera – coordinato dal progetto Brera Design District – sarà cuore creativo di Milano tra incontri, mostre ed installazioni. Il cartellone degli eventi ruota attorno al tema centrale “Progetto Forma Identità” e si pone come spunto per elaborare una riflessione su questi aspetti intimamente legati tra di loro. Interrogarsi su cosa sia oggi l’identità, un concetto che si è indebolito a causa di una sovraesposizione di immagini a discapito della cultura del progetto. Un pensiero che nel design significa andare ad indagare da vicino i processi costruttivi che portano allo sviluppo dell’unicità creativa. Le vie di Brera ospiteranno molte firme celebri del design, tra cui Sebastian Herkner, Arik Levy, Karim Rashid, Emmanuel Babled, Lorenzo Damiani, Francesco Faccin, Diego Grandi, Gordon Guillaumier, Paolo Ulian e Luca Nichetto che così descrive l’atmosfera dell’area 
        È la zona più interessante del Fuorisalone, perché porta tutto nel centro di Milano. Ho scelto di stare nel Brera Design District perché ciò che mi interessa davvero non è solo creare l’evento, ma far respirare al pubblico il clima e le atmosfere che offre l’intero distretto. Un mix di internazionalità, edifici storici, appartamenti, cortili e, in generale, luoghi che altrimenti il pubblico non avrebbe la possibilità di visitare.
         In via Pontaccio, a due passi dalla Pinacoteca, appuntamento imperdibile con Moroso e l’arte contemporanea di Jörg Schellmann che reinterpreta pezzi iconici del brand in una nuova chiave di lettura che indaga “meravigliose affinità custodite nello spazio intermedio tra design, architettura e arte.”

        Fuorisalone Brera District Design Palazzo Clerici

        Atelier Clerici | Brera District Design

      3. Ancora in zona Brera vi segnaliamo un altro passaggio obbligato: l’Orto Botanico, scelto questa volta dalla fondazione internazionale BE OPEN come location per “The Garden of Wonders A Journey Through Scents”.  La splendida cornice ospiterà il progetto realizzato dalla collaborazione di otto designer di fama internazionale: Tord Boontje, Fernando e Humbert Campana, Dimore Studio, Front, Jaime Hayon, Piero Lissoni, Jean-Marie Massaud e Nendo.  Il percorso-mostra fa parte di un progetto più ampio che sottolinea un rapporto virtuoso tra il design contemporaneo ed l’eccellenza dei piccoli produttori focalizzandosi in particolare sulla tematica del profumo. Fino al 30 maggio l’orto botanico di Brera sarà una sorta di foresta incantata dove ogni elemento comunica magicamente in una straordinaria forza alchemica.

         BE OPEN | The Garden of Wonders

        BE OPEN | The Garden of Wonders

      4. Anche Piazza Affari torna ad animarsi con Souvenir di Milano, l’evento che unisce l’arte, il design, l’innovazione e la tradizione. Seletti, Disaronno, San Carlo, Sky Arte HD e Sorelle Passera si unisco per celebrare, ognuno a modo loro, L.O.V.E. la controversa opera di Maurizio Cattelan, trasformando la piazza milanese in una sorta di luna park con attrazioni, zucchero filato e musica.

        Fuorisalone 2015 Souvenir di Milano Piazza Affari Maurizio Cattelan

        Souvernir di Milano | Piazza Affari

      5. A Nord di Milano, facciamo tappa a Ventura Lambrate che per l’occasione si trasformerà in un vivace palcoscenico per creativi ed emergenti di tutto il mondo. La Scuola di Architettura di Aarhus (Danimarca) presenta una serie di spunti per recuperare le case abbandonate e per preservarle grazie a nuove tecniche conservative. Tema di fondo è l’artigianalità e il saper fare in chiave green. Da non perdere la collezione di mobili nata dall’incontro tra il designer Paolo Ulian e Bufalini Marmi che hanno realizzato arredi a partire dall’ottimizzazione del marmo per azzerare gli scarti della produzione. Alle contaminazioni tra design e moda sono dedicati i progetti raccolti nella sede di via Cletto Arrighi, che mescolano presente e futuro, ricerca tecnologica e alto artigianato. Su ISSUU è statoa rilasciato un catalogo con tutte le informazioni sulle iniziative di Ventura Projects.

        fuorisalone 2015 lambrate venutra MAASTRICHT ACADEMY OF FINE ARTS AND DESIGN

        Maastricht Academy of Fine Arts and Design | Ventura Lambrate

      6. A cura di Germano Celant la mostra Cucina & Ultracorpi, che aprirà in questi giorni, ma sarà esposta per tutta la durata dell’Expo e fino al 21 febbraio 2016, alla Triennale di Milano. Sviluppata in collaborazione con Silvana Annicchiarico e il Triennale Design Museum la mostra trae spunto dal libro di Jack Finney L’invasione degli Ultracorpi (1955). L’idea è quella di raccontare come gli elettrodomestici siano onnipresenti nella nostra vita talmente tanto da diventarne padroni. Gli “ultracorpi” sono i protagonisti incontrastati della mostra che racconterà l’evoluzione degli strumenti tecnologici in cucina dalla prima industrializzazione alla diffusione di massa e fino alla innovazione digitale.

        Fuorisalone 015 Triennale

        Cucine & Ultracorpi | Triennale Design Museum

      7. Amanti del design ecologico ed ecosostenibile? Da non perdere Goodesign – The Natural Circle alla Cascina Cuccagna (Via Cuccagna, 2). Il format Goodesign, selezionato nel 2014 da ADI Design Index per il Compasso d’oro, anche quest’anno sembra non deludere le aspettative. Le installazioni e le opere esposte racconteranno la sostenibilità sociale e ambientale nella sua attuale complessità senza tralasciare attenzione all’impronta estetica legata all’armonia e alla leggerezza. Il progetto è stato ideato da Best Up e dall’Associazione Consorzio Cantiere Cuccagna, a cura di Officina Temporanea. Goodesign è patrocinato dal Ministero dell’Ambiente, Regione Lombardia, Città Metropolitana di Milano, Comune di Milano, Expo in città, Camera di Commercio di Milano, Adi, Consolato Generale dei Paesi Bassi a Milano. I partner tecnici saranno Davide Groppi, Giardini Pagani, Nemes, Pixartprinting, Zeus, e i media partner Living, Abitare, BioEcoGeo, MR.

        Fuorisalone 15 Cuccagna-Bernotat-Sleeuwits-870x580

        Goodesign | Cascina Cuccagna

      8. Già nell’edizione 2014 Oikos e Paola Lenti avevano colorato i Chiostri Rinascimentali dell’Umanitaria con il progetto In The Key of Colour. L’accoppiata si ripropone quest’anno con l’esposizione evento Beyond Colour, il colore diventa elemento progettuale. La designer ha creato panorami cromatici studiati con texture e sfumature elaborate per creazioni ad hoc, partendo da una analisi accurata di filati e tessuti per raccontare un’eleganza equilibrata e mai banale.

        FuorisalonePaola-Lenti-Beyond-Colour

        Paola Lenti – Beyond the Colour| Chiostri dell’Umanitaria

      9. Design per tutta la famiglia con la collezione Cose da Bocia (bambino in torinese) di Andrea Mercante e Adelainde Testa di Uda Architetti, che insegneranno ai più piccoli a ingegnarsi per trasformare gli oggetti in occasioni di gioco. Gli arredi realizzati in tubolare metallico, legno riciclato, cordame e sughero propongono elementi che la mente del bambino percepisce come “altro”, come elemento di gioco. Per esempio la lunga asta di tubolare sopra il letto perché non usarla per sostenere una coperta, creando così una “casa segreta”? La necessità di ingegnarsi per godere appieno delle cose, ecco cosa ha spinto la creazione di questi arredi. La collezione Cose da Bocia sarà presentata alla Vanitas Gallery in via Vincenzo Monti 41.

        Cose da Bocia fuorisalone Vanitas Gallery

        Cose da Bocia | Vanitas Gallery

      10. Tra gli eventi in città più attesi sicuramente la mostra di Leonardo da Vinci a Palazzo Reale che verrà inaugurata il 15 aprile. La più grande esposizione dedicata a Leonardo mai realizzata in Italia, i curatori dell’evento sono Pietro C. Marani e Maria Teresa Fiorito tra gli storici dell’arte più importanti che hanno studiato il genio del Rinascimento. Una mostra basata su 12 sezioni per un progetto trasversale che abbraccia tutta la vita del genio toscano. Assolutamente da non perdere!

        Leonardo da Vinci Palazzo Reale

        Leonardo da Vinci | Palazzo Reale

Sintetizzare il Fuorisalone in 10 appuntamenti è compito alquanto arduo. Consci di aver omesso nomi e location di tutto rispetto (l’Università Statale di Milano, designer come Paola Navone, Patrick Tuttofuoco e altri ancora), speriamo di aver proposto una piccola selezione per coloro che si vogliono avventurare tra le strade di Milano in questa settimana. Noi saremo nella folla a caccia degli ultimi trend (e di qualche valido aperitivo!)

Su Twitter Iglooo segnala altri eventi ed appuntamenti più cool della settimana. Seguici!
Sui social segui gli hashtag #fuorisalone#milanodesignweek

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI
Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

2 Comments

  1. […] Nella zona di Ventura Lambrate spiccano i tanti progetti che puntano al design sostenibile e partecipativo. Interessante il progetto del collettivo olandese Multilateral composto da Steven Visser, Vera Meijwaard, Floor Nijdeken e Mark Sturkenboom,che ridà vita e reinterpreta oggetti di design, coinvolgendo direttamente il pubblico nella performance Ensembles creando una sorprendente quanto unica connessione all’universo della progettazione. Nel quartiere poi, tra via Dei Canzi, via Ventura, via Massimiano e via Privata Oslavia è possibile entrare in contatto con gli studenti di moltissime scuole di design europee. […]

  2. Milano Design Week ha detto:

    […] Per una settimana imprenditori, designer, studenti e appassionati faranno la spola tra il quartiere fieristico di Rho e il centro città. Il FuoriSalone, ricca appendice cittadina presenta un interessante cartellone al quale abbiamo dedicato ampio spazio qui. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *